RICERCHE, CURIOSITA', APPROFONDIMENTI

In questa sezione troveranno posto, articoli inizialmente proposti nel blog, o altri contributi, sopratutto riguardanti la documentazione sulla storia dei Tarocchi Siciliani, in letteratura e in documenti oggetto di ricerca di altri autori o personali.

RASSEGNA STAMPA 02: L'ARTICOLO DI ROSSELLA JANNELLO SU "LA SICILIA" DEL 22.06.2015

TAROCCHI SICILIANI, LA STORIA CONTINUA
Articolo di Rossella Jannello pubblicato su "La Sicilia" del 22 giugno 2015, dedicato alle arttività dell'Associazione ed alla storia del gioco
Articolo Tarocchi LaSicilia_22_giugno.jp
Formato JPG 1.6 MB

Il richiamo in copertina.

L'articolo di Rossella Jannello (clicca per ingrandire)

RASSEGNA STAMPA 01: L'ARTICOLO SULLA RIVISTA "LE FATE" n.12 - marzo-aprile 2015

"Le Fate" è una bellissima rivista bimestrale di cultura ed identità siciliana, pubblicata a Ragusa e distribuita in un circuito di librerie quasi tutta la Sicilia. Nel n.12 del 2015 ha ospitato questo bell'articolo-intervista curato da Carlo Blangiforti.

E' possibile acquistare tutti i numeri arretrati della rivista a solo 1,50 € in versione digitale ed a 5,00 € in una curata versione cartacea. Le cose belle, ancor più e siciliane D.O.C. vanno sostenute!!

Vedi al link: http://www.lefate.net/shop/

DAL CAPOLAVORO DI LUIGI CAPUANA "IL MARCHESE DI ROCCAVERDINA", 1901

Il testo che si riporta rende conto del fatto che agli inizi del '900 il gioco a 4 a Mineo fosse ancora praticato, a tal punto da meritarsi questo "siparietto" in uno dei capolavori di Luigi Capuna. Oggi i giocatori mantengono alta considerazione del gioco a 3, ma il gioco a 4 manifesta sue peculiarità e piacevolezze...vedi descrizioni introduttive ai giochi di Mineo..

Aveva preso gusto alla partita di tarocchi che don Gregorio, cappellano del monastero di Santa Colomba, il notaio Mazza, don Stefano Spadafora e don Pietro Salvo facevano colà, in un angolo appartato, due volte al giorno, inchiodati per lunghe ore col Giove, l'Impiccato, il Matto e coi Trionfi tra le mani, accalorandosi, bisticciandosi, insultandosi con parolacce e tornando, poco dopo, più amici di prima.
Spesso, don Pietro Salvo gli cedeva il posto, appena vinto qualche soldo:
« Volete divertirvi, marchese? ».
Don Stefano sbuffava. In presenza del marchese, gli toccava di contenersi, ed era una gran sofferenza per lui.
Il marchese, che lo sapeva, sedendosi gli faceva il patto:
« Senza bestemmie, don Stefano! ».
« Ma il giocatore deve sfogarsi! Voi parlate bene! Debbo crepare? »
E un giorno, a ogni svista del compagno, a ogni giocata andatagli a male, don Stefano, invece di dirne qualcuna di quelle da schiodare dal Paradiso mezza corte celeste, fu visto togliersi rabbiosamente di capo la tuba, sputarvi dentro e rimettersela, subito.
« Che fate, don Stefano? »
« Lo so io! Debbo crepare?... Questa vale per Giove... »
E buttò la carta picchiando forte con le nocche delle dita, quasi volesse sfondare il tavolino.
Sembrava che quella volta i tarocchi lo facessero a posta, e il compagno pure. E don Stefano, a cavarsi rabbiosamente di capo la tuba, a sputarvi dentro e rimettersela subito.
« Che fate, don Stefano? »
« Lo so io!... Volete che crepi? »
Soltanto all'ultimo, quando egli, fuori dei gangheri, scaraventava la tuba per terra, gli astanti si avvidero della figurina del Cristo alla Colonna ficcata là in fondo, contro la quale egli aveva inteso di bestemmiare, silenziosamente, a quella maniera!... Doveva proprio crepare?
E non gli importò che gli appiccicassero per questo il nomignolo di
Maometto. Almeno, da quel giorno in poi, egli poté bestemmiare in pace, a libito suo, anche in faccia al marchese.

DAL "REGOLAMENTO DEL CASINO DI CONVEGNO DI MINEO", 11 GENNAIO 1874

Colpisce come gli unici mazzi, e di conseguenza giochi, di carte considerati fossero esclusivamente quelli con carte italiane e Tarocchi. Le carte francesi, già presenti in Sicilia in quegli anni, non avevano ancora menzione, nella realtà provinciale.

CAPO V – GIUOCHI

Art. 22 – Sono vietati i giuochi d’azzardo.
La tassa dei giuochi è fissata come sieque:
Carte italiane nuove L. 40
dette usate L. 20
Tarocchi nuovi L. 60
detti usati L. 30
Per ciascun tavolino un lume a petrolio L. 10
Ogni candela Stearica L. 25.

ARCHIVIO EVENTI

Piccola "galleria" degli eventi organizzati a partire dalla fondazione del marzo 2014.

 

11-18-25-31 Maggio 2014

CORSO DI TAROCCHI SICILIANI - Mineo - Centro Culturale Permanente Paulu Maura

 

27 Luglio 2014

UN MARE DI TRUNFI..DAL SOLE ALLE STELLE - Giornata divulgativa, minicorsi e Torneo - Augusta - Az. Agrituristica Primo Passo

 

11-12-18-19 Ottobre 2014

TRIONFO BAROCCO-IL GIOCO DEI TAROCCHI SICILIANI -
Militello Val di Catania, Biblioteca e Archivio Storico Palazzo Laganà-Campisi - Mostra, laboratorio bambini, presentazione libro, reading poesie

 

15 Novembre 2014

PRESENTAZIONE DEL LIBRO: I TAROCCHI SICILIANI DI MINEO, di Salvatore Bonaccorsi
- Ragusa, Caffè letterario "Le Fate", a cura di carlo Blangiforti

 

5 Dicembre 2014

Condivisione demo VIDEO "LA BALLATA DI LU FUJUTU", inno sperimentale dell'Associazione

 

11 Gennaio 2015

Presenza come relatore ed esposizione tavole mostra e carte da gioco alla PRESENTAZIONE DEL LIBRO "I TAROCCHI SICILIANI" , di Simone Cardullo - Barcellona P.G. Auditorium S.Vito

 

28 Giugno 2015

3° TORNEO NAZIONALE TAROCCHI SICILIANI - OPEN 2015 - Plaza Hotel - Catania

 

30 Agosto 2015

II TORNEO "PRIMO PASSO"

Augusta - Az. Agrituristica Primo Passo

 

18-20 Settembre 2015

TOCATI' - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEI GIOCHI IN STRADA - Verona

 

29 Gennaio 2016

I TORNEO "DEL BORGHETTO"

Borhetto Europa, Catania

 

29 Aprile 2016

II TORNEO "DEL BORGHETTO"

Borhetto Europa, Catania

 

11 Agosto 2016

NTE I VANEDDI I TURTURICI..E' ARTE

 

28 Agosto 2016

III TORNEO "PRIMO PASSO"

Augusta - Az. Agrituristica Primo Passo

 

31 Marzo 2017

III TORNEO "DEL BORGHETTO"

Borhetto Europa, Catania

 

15 Ottobre 2017

STAND SPIEGAZIONE ALLA 27° SAGRA DELLA MOSTARDA E DEL FICO D'INDIA

Militello in Val Catania