IL GIOCO DI MINEO A 4 GIOCATORI

Numero giocatori: 4 GIOCATORI, con solista (1 contro 3) o a coppie sconosciute con chiamata. Mazzo da 63 carte.

 

a.      1° Distribuzione parziale (5 carte)

In senso antiorario il mazziere estratto distribuisce 1 giro di 5 carte e si ferma.

 

b.     Dichiarazioni intermedie di impegno al solo

Ogni giocatore, a partire da quello alla destra del mazziere può parlare una volta sola, in ordine, e dire:

passo                         non accetta di andare solo

vado solo:                 decide di giocare da solo contro gli altri tre.

i. Nel caso ci sia un impegno al solo, si parlerà di “stata” (il corrispondente di un buio), e la partita si svolgerà con posta raddoppiata.

ii. Nel caso nessuno dica solo si procede completando la distribuzione e ponendo il monte al centro.

 

c.      Dichiarazioni a distribuzione completa

Nel solito ordine, tutti possono dire, con valore via via crescente di dichiarazione:

passo                          non accetta di andare solo, e propone di abbandonare la smazzata

chiamo                       dichiara di voler giocare in coppia con una certa carta (il trionfo più

                                    alto che non ha)

vado solo                    decide di giocare da solo contro gli altri tre

          

d.     Presa del monte e scarto

Se tutti dicono passo a chiamare è obbligato chi ha Giove.

 In questo caso può prima prendere il monte, mostrarlo a tutti e fare lo scarto e poi chiamare il compagno che resterà sconosciuto finchè non uscirà in gioco la carta chiamata.

 

(N.B.: questo è ciò che dice Dummett, che evidentemente aveva avuto questa indicazione dai giocatori interpellati; in realtà secondo il Sig.Raia, uno dei Maestri del recente Corso, nella pratica del loro circolo il gioco non può avere "costrizioni" e quindi anche nel gioco a 4, se tutti passano si rimischiano le carte e si passa al mazziere successivo.

Provate entrambe le varianti diciamo che: volendo fare un gioco "serio" dove magari si applica una posta in denaro reale per quanto minima, si rende troppo "kamikaze" il gioco con l'obbligo di chiamare per un giocatore che abbia magari solo Giove e carte pessime; invece in un gioco più divertente perchè anche "sorprendente" la chiamata obbligata pone una sfida al chiamante ed al suo compagno ignoto, che spesso può sopperire casualmente anche alle carenze del chiamante, portando ad una smazzata molto equilibrata che si gioca sui "dettagli", e nella quale anche un risultato minimo diventa una soddisfacente conquista! Inoltre, la regola della chiamata obbligata, elimina il problema di sequenze di continue mischiate senza gioco, che potrebbe diventare fastidioso per chi non si compenetri subito dell'essenza "lenta" e "senza fretta" del gioco, che richiede spesso la paziente attesa di diverse mischiate successive, perchè arrivi a qualcuno la mano "che valga la pena giocare").

 

Se c’è una chiamata, non superata da un solo, il giocatore deve prima effettuare la chiamata dichiarando la carta e poi prende il monte, lo mostra e fa lo scarto. Se la carta che ha chiamato è nel monte o era già tra le sue carte, giocherà come solista; nel primo caso gli altri tre lo sapranno, nel secondo senza che gli altri lo sappiano.

 

Secondo Dummett, il chiamante ha l'ulteriore possibilità di chiamare una carta già in suo possesso, ed in questo caso giocherà da solista, senza però che gli altri lo sappiano.

(N.B. Anche questa possibilità non è applicata tra i giocatori attuali, anzi il Sig.Raia, dice che "il gioco non può essere ingannevole" e dunque la esclude in ogni caso. In un certo modo vale quanto detto nella nota precedente: può essere concordato se applicarla o meno in funzione dell'animo del gioco "serio" o "soprendente" che vogliate applicare alla vostra jucata)

 

Se c’è stato un solista , il monte va a lui che lo mostra prima a tutti. Fa lo scarto con le regole usuali.

 

a.      Impegni a obiettivi aggiuntivi a fine partita

Il dichiarante, solista o chiamante, può se vuole, prima che il gioco cominci, dichiarare:

scommessa:     con essa si impegna ad avere alla fine tra le sue prese:

                          GIOVE + PICCIOTTI + FUIUTU, giocando 1 gioco o jucata aggiuntivo.

Uno degli avversari, può se vuole, prima che il gioco cominci, dichiarare:

mi rivanto:     con essa si impegna a vincere l’ultima presa giocando 1 gioco o jucata

                       aggiuntivo. (vedi quanto precisato inoltre nel gioco a 3)

 

b.     Inizio smazzata

Apre la prima presa il giocatore alla destra del dichiarante, sia chiamante che solista.

(N.B. Secondo i maestri del corso, giocatori attuali, ad aprire ha diritto invece il dichiarante stesso.)

 

c.      Punteggi finali e per obiettivi particolari

Tutto come la corrispondente punto del gioco a 3. 

 

d.     Conteggio finale dei punti della smazzata

Tutto come la corrispondente punto del gioco a 3.

In caso di coppie, il valore della differenza di jochi realizzati dalle due parti, deve essere pagato da ogni giocatore perdente ad uno degli avversari vincenti. Ad esempio se la coppia A ha vinto con 2 giochi di vantaggio sulla coppia B, un giocatore della coppia A da 2 fiches ad uno della coppia B, e gli altri due fanno altrettanto.

  

e.      Conclusione della partita

Tutto come la corrispondente punto del gioco a 3. 

ARCHIVIO EVENTI

Piccola "galleria" degli eventi organizzati a partire dalla fondazione del marzo 2014.

 

11-18-25-31 Maggio 2014

CORSO DI TAROCCHI SICILIANI - Mineo - Centro Culturale Permanente Paulu Maura

 

27 Luglio 2014

UN MARE DI TRUNFI..DAL SOLE ALLE STELLE - Giornata divulgativa, minicorsi e Torneo - Augusta - Az. Agrituristica Primo Passo

 

11-12-18-19 Ottobre 2014

TRIONFO BAROCCO-IL GIOCO DEI TAROCCHI SICILIANI -
Militello Val di Catania, Biblioteca e Archivio Storico Palazzo Laganà-Campisi - Mostra, laboratorio bambini, presentazione libro, reading poesie

 

15 Novembre 2014

PRESENTAZIONE DEL LIBRO: I TAROCCHI SICILIANI DI MINEO, di Salvatore Bonaccorsi
- Ragusa, Caffè letterario "Le Fate", a cura di carlo Blangiforti

 

5 Dicembre 2014

Condivisione demo VIDEO "LA BALLATA DI LU FUJUTU", inno sperimentale dell'Associazione

 

11 Gennaio 2015

Presenza come relatore ed esposizione tavole mostra e carte da gioco alla PRESENTAZIONE DEL LIBRO "I TAROCCHI SICILIANI" , di Simone Cardullo - Barcellona P.G. Auditorium S.Vito

 

28 Giugno 2015

3° TORNEO NAZIONALE TAROCCHI SICILIANI - OPEN 2015 - Plaza Hotel - Catania

 

30 Agosto 2015

II TORNEO "PRIMO PASSO"

Augusta - Az. Agrituristica Primo Passo

 

18-20 Settembre 2015

TOCATI' - FESTIVAL INTERNAZIONALE DEI GIOCHI IN STRADA - Verona

 

29 Gennaio 2016

I TORNEO "DEL BORGHETTO"

Borhetto Europa, Catania

 

29 Aprile 2016

II TORNEO "DEL BORGHETTO"

Borhetto Europa, Catania

 

11 Agosto 2016

NTE I VANEDDI I TURTURICI..E' ARTE

 

28 Agosto 2016

III TORNEO "PRIMO PASSO"

Augusta - Az. Agrituristica Primo Passo

 

31 Marzo 2017

III TORNEO "DEL BORGHETTO"

Borhetto Europa, Catania

 

15 Ottobre 2017

STAND SPIEGAZIONE ALLA 27° SAGRA DELLA MOSTARDA E DEL FICO D'INDIA

Militello in Val Catania

 

Febbraio-Marzo 2018

CORSO DI TAROCCHI SICILIANI

Catania

 

6 Aprile 2018

IV TORNEO "DEL BORGHETTO"

Sede Via Papale - Catania